Canzoni contro la guerra

By Francesco - Last updated: mercoledì, aprile 16, 2014 - Save & Share - One Comment


 

 
clic per vedere i commenti aggiornati del blogla sintesi degli ultimi articoli del blogtematico.it

 

(852)

Posted in recensioni • Tags: , , , , , , , , Top Of Page

One Response to “Canzoni contro la guerra”

Comment from Francesco
Time 8 dicembre 2014 at 18:27

Canzoni contro la guerra
da “Live In New York City” (2000)
registrazione in studio da “High Hopes” (2014) album uscito 14.gennaio.2014, titolo originale : “American Skin (41 Shots)”

New York, 4 febbraio 1999: Ahmed Amadou Diallo, 22 anni, venditore ambulante del Bronx immigrato dalla Guinea, faceva ritorno a casa dopo aver venduto vasellame, cappelli, guanti e videocassette, intorno alle 23:30. I suoi compagni di stanza erano andati a dormire, e Diallo uscì di casa. “Qualche volta usciva per prendere un bottiglia di succo di frutta o qualcosa da mangiare”, ha dichiarato un suo coinquilino.

Intorno a mezzanotte e mezza, i poliziotti lo hanno incontrato nelle vicinanze del suo appartamento. Pochi minuti dopo è cominciata la sparatoria. È stato crivellato di colpi a distanza ravvicinata da quattro poliziotti in borghese che hanno sparato 41 proiettili. Due dei poliziotti, Edward McMellon (26 anni) e Seam Carrol (35 anni), hanno svuotato i caricatori da 16 proiettili dalle loro 9-mm. Tre dei poliziotti erano stati coinvolti precedentemente in sparatorie, una delle quali fatale.

Diallo fu dichiarato morto immediatamente, il corpo crivellato di proiettili nell’ingresso illuminato del suo palazzo. Per terra accanto al corpo, il suo portafoglio. Il marciapiede di fronte alla porta era disseminato di contenitori dei proiettili. Gli spari hanno danneggiato i muri e la porta dell’ingresso del palazzo ed anche il salotto dell’appartamento al piano terra.

Ahmed Diallo non aveva precedenti penali ed era disarmato.
Secondo la versione ufficiale i poliziotti avrebbero scambiato il suo portafoglio per un’arma.

Il riferimento al fatto di cronaca nella canzone, che Springsteen ha cominciato a proporre nei suoi concerti nella primavera del 2000, è trasparente ed ha sollevato le consuete polemiche. Il capo della “NYC Police Benevolent Association” ha invitato i 27.000 poliziotti della città a boicottare concerti e dischi di Springsteen aggiungendo fra l’altro “Personalmente, non mi curo particolarmente della musica di Springsteen e della sua canzone”.

Ecco la traduzione del testo:
“PELLE AMERICANA (41 COLPI)

41 colpi
41 colpi
41 colpi
41 colpi
41 colpi
41 colpi
41 colpi
41 colpi….
e andremo passeggiando
oltre questo fiume di sangue
verso l’altra sponda
41 colpi… che squarciano la notte
Ti inginocchi sul suo corpo nell’ingresso
Pregando per la sua vita

È una pistola, è un coltello,
è un portafoglio? questa è la tua vita
Non è un segreto
Non è un segreto
Nessun segreto, amico mio
Puoi essere ucciso solo perché vivi
Nella tua pelle americana

41 colpi
Lena prepara sua figlio per andare a scuola
Gli dice “su queste strade, Charles
Devi capire le regole
Se un poliziotto ti ferma
Promettimi che sarai sempre educato
che non scapperai mai correndo
Prometti alla mamma che terrai le mani sempre bene in vista”

È una pistola, è un coltello,
è un portafoglio? questa è la tua vita
Non è un segreto
Non è un segreto
Nessun segreto, amico mio
Puoi essere ucciso solo perché vivi
Nella tua pelle americana

È una pistola, è un coltello
è nel tuo cuore, è nei tuoi occhi?
Non è un segreto

41 colpi…. e andremo passeggiando
oltre questo fiume di sangue
verso l’altra sponda
41 colpi… i miei scarponi coperti di fango
Siamo stati battezzati in queste acque e nel sangue l’uno dell’altro

È una pistola, è un coltello,
è un portafoglio? questa è la tua vita
Non è un segreto
Non è un segreto
Nessun segreto, amico mio
Puoi essere ucciso solo perché vivi
Nella tua pelle americana
Amadou Diallo, 1975-1999″

Ciao
Francesco